Intervista ad Ermanno Basso – gestore di un Business Center a Brescia

Le nostre interviste ai proprietari e gestori di business center continuano.

Oggi qui con noi abbiamo Ermanno Basso storico gestore di un Business Center a Brescia 2 da anni affiliato ad Ufficiarredati.it. Andiamo a conoscere la sua esperienza.

Ufficio arredato Brescia Due

Piacere di conoscerti Ermanno, allora inizia con il raccontarci qualcosa su di te.

Ermanno: Per iniziare a raccontare la mia esperienza nel mondo dei business center, dobbiamo andare indietro di circa ventisei anni. Il tutto partì nel 1993, quando all’epoca lavoravo come commerciale all’interno di una multinazionale americana che operava nel settore delle tecnologie informatiche. Appena iniziai a lavorare con quest’azienda, mi dissero che avrei potuto comodamente lavorare da casa, poi, però, cambiarono idea perché sapevano che gli italiano non sono molto adatti e abituati a questo genere di situazione (ironico). Per cui mi hanno dato una soluzione alle mura di casa.

In quel periodo stavano aprendo una filiale nella città i Brescia, all’interno di un business center, quindi ho preso la palla al balzo, ed ho scelto quello più adatto a me e alle mie esigenze e così ho iniziato a lavorare. Qui, avevo il mio biglietto da visita personale, con su i miei contatti, tra cui l’indirizzo email, ma in Italia ancora non si era diffuso il servizio di posta elettronica.

Nel business center in cui lavoravo, avevo a disposizione anche un servizio di segreteria che mi venne dato da un fornitore e non da impiegati, dove una receptionist simpatica, gentile e sorridente mi aiutava con il lavoro. Ho subito apprezzato questo aspetto dell’ufficio temporaneo, anche se il business center era diviso a malapena in 9 piccole stanze e arredate abbastanza malamente, ma la formula che offriva mi piaceva molto. Dopo aver lavorato con la multinazionale per tre anni, avevo voglia di mettermi in proprio, di fare qualcosa di mio, e il caso volle che i proprietari del business center in cui lavoravo mi diedero la possibilità di acquistarlo. Per cui nel 1996 ho deciso di acquistare il mio primo business center e così mi misi subito a lavoro. Nel 1999 decisi di trasferirmi nel luogo che ancora oggi occupo, essendo assolutamente idoneo alle mie necessità. Dopo alcuni anni, precisamente nel 2009, ho raddoppiato la mia struttura e i risultati dell’impegno sono oggi visibili. Come tutte le cose, questo lavoro si è concatenato nella mia vita, ma la sua formula mi ha fatto innamorare fin da subito.

Interessante! Cosa ti ha spinto ad affiliarti al nostro network Ufficiarredati.it?

Ermanno: Fin dall’inizio della mia attività nel mondo dei business center, mi sono affidato ad Ufficiarredati.it e credo, addirittura, di essere stato uno dei primi in Italia. Il network me lo ha fatto conoscere una mia cliente, che era tra l’altro cliente anche del business center di Modena, facendomi così conoscere Gianluca con il quale, fin dalla prima chiamata che ci siamo fatti, si è creata subito una forte empatia. Gianluca con quella chiamata mi ha presentato il progetto che aveva in mente e, facendo tutte le mie valutazioni, ho deciso di affiliarmi. Peraltro, credo di essere stato uno dei primi anche in fase assolutamente embrionale

Centruffici BresciaFantastico! Quali pensi siano i vantaggi del temporary su un ufficio permanente?

Ermanno: Credo che i vantaggi del temporary su un ufficio permanente siano la flessibilità e il servizio di segretariato. La mia idea è che il primo, vale a dire la flessibilità, si percepisca durante la fase di trattativa, mentre il secondo, ovvero il servizio di reception, a mio parere può essere davvero apprezzato una volta che si è diventati clienti poiché nella fase di trattativa, il cliente medio tende a sminuirlo. Eppure, secondo me, è l’elemento principale del business center e che ci permette di avere una permanenza di ben 53 mesi. Solitamente, quando parlo dei business center, il concetto di temporaneo tendo sempre ad offuscarlo in modo da favorire una scelta da parte del cliente che possa essere considerata definita, invece che per l’appunto temporanea.

Chi frequenta di più il vostro business center, liberi professionisti o società?

Ermanno: Allora, il cliente medio solitamente è la piccola società che si trova già inserita nel tessuto, ma chiaramente i nostri business center vengono frequentati un po’ da ogni tipo di clientela. Per esempio, possiamo avere clienti che affittano un ufficio per una sola ora, ma anche clienti che frequentano i nostri uffici da ben 23 anni.

Posso dire, però, che la clientela più diffusa è di certo la piccola s.r.l. che lavora di già. I nostri business center non sono specializzati in nessun settore, anzi ti dirò che la clientela molto spesso seguiva i business center più gettonati del momento. Per darti un’idea, avevamo come clienti i primi Vodafone, alcune società come Lombardia Com., nei primi anni 2000 avevamo ragazzi a cui serviva una rete Internet e un computer per fare delle ricerche sul web, insomma il business center segue sempre molto la reale economia e le richieste, di conseguenza, rispondono naturalmente al mercato del momento.

Per quanto riguarda invece gli imprenditori digitali? C’è qualche nomade digitale che lavora da voi?

Ermanno: Sì, possiamo anche avere imprenditori digitali come clienti. Non so, infatti, se è solo una caratteristica del lavoratore bresciano, ma l’italiano non è adatto a lavorare all’interno delle mura di casa. Questo perché spesso mi trovo davanti a persone che dicono che a casa non riescono a mantenere il focus sul lavoro e quindi hanno bisogno di uno spazio in cui poter lavorare in comodità. Per non parlare, poi, di tutti quei professionisti che non avendo nemmeno uno studio nella propria casa, hanno quindi bisogno di avere uno spazio da poter dedicare al proprio lavoro. Qui, il traffico è relativo e soprattutto in Italia abbiamo la fortuna di avere un ottimo clima, mentre al nord si tende a lavorare molto di più all’interno delle mura di casa, poiché le condizioni sono differenti.

 

Spazi lavoro condivisi Brescia

Per quanta riguarda, invece, i progetti per il futuro?

Ermanno: Allora, nonostante durante il corso degli anni abbiamo raddoppiato la struttura, come primo progetto che abbiamo in mente è proprio quella di ampliare ancora di più, essendo già pieni da tempo. Nel 2018 abbiamo dovuto rifiutare diverse richieste e, pur avendo al momento qualche spazio libero, a mio parere riuscendo ad ampliare la struttura come spero di fare, riuscirei sicuramente a riempirlo. Brescia è una grande città e ci troviamo nel punto più nevralgico, infatti aprire un altro business center non sarebbe mai così vantaggioso come l’avere la stessa superficie qui. Brescia 2 è il quartiere della finanza di Brescia, ma noi ci troviamo proprio a cinque minuti dal castello e a cinque minuti da centro, esattamente di fronte alla fermata della metropolitana ed è stata una caratteristica molto ben valutata.

Noi ci siamo sempre contraddistinti per il discorso dell’agenzia di traduzioni che ha acquisito rilevanza nel tempo e molti ci conoscono proprio per questa ragione, ma tendiamo a tenere le due cose separate, nonostante la società sia la stessa. Grazie a questo fattore, insieme ai due differenti siti si uffici, il visitatore avrà la sensazione di entrare in due business center differenti, quando in realtà l’unica cosa che ci separa è un piano di ascensore tra i due.

Bene, dei progetti futuri davvero interessanti! Ti ringrazio Ermanno per la disponibilità nel rispondere alle nostre domande.

Per conoscere disponibilità e costi degli uffici a tempo e residenziali presso CentrUffici Brescia potete chiamarci al numero verde gratuito 800 090 130

Speak Your Mind

*