Fatturazione Elettronica anche nei Business Center

Fatturazione Elettronica

Hai un Business Center o un Coworking?

Anche per la tua impresa dal prossimo 1 Gennaio 2019 scatterà l’obbligo della fatturazione elettronica come previsto dalla legge di Bilancio 2018. Obbligo in vigore per le cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate tra soggetti residenti in Italia.

Cosa è una fattura elettronica?

Molto semplicemente la fattura elettronica può essere definita una fattura redatta utilizzando un computer o un tablet ed un software o un app e trasmessa al cliente in formato XML (eXtensible Markup Language). Come per le tue fatture di vendita anche tutte le fatture di acquisto inviate al tuo Business Center o Coworking dal 1 Gennaio prossimo dovrai riceverle sotto forma di fattura elettronica e non più ad esempio in formato pdf o jpg.

Come deve essere trasmessa la fattura elettronica?

La fattura elettronica dovrà essere trasmessa esclusivamente utilizzando un Sistema di Interscambio (SDI) e dovrà poi essere archiviata elettronicamente per dieci anni. Il Sistema di Interscambio, già utilizzato per la fatturazione elettronica verso la Pubblica Amministrazione e quindi ormai consolidato, lo si può immaginare come un postino che da una parte consegna la fattura e che dall’altra sulla fattura esegue anche dei controlli.

Il Sistema di Interscambio verifica infatti che la fattura contenga i dati fiscali obbligatori del cliente, il suo indirizzo di Posta Elettronica Certificata (Pec) o il Codice Destinatario a cui la fattura deve essere recapitata. Il Sistema controlla inoltre che siano esistenti il numero di partita iva del prestatore che ha emesso la fattura e del committente, il cliente. Se i controlli hanno esito positivo il Sistema di Interscambio consegna in modo sicuro la fattura, comunica al cedente con una ricevuta data ed ora dell’avvenuta consegna della fattura.

Dove recapitare la fattura elettronica?

L’Agenzia delle Entrate per agevolare la consegna della fattura elettronica ha reso disponibile un servizio per imprese e professionisti dove è possibile indicare dove ricevere le fatture elettroniche, indipendentemente dai campi compilati in fattura dal prestatore. Una volta che viene abbinato al numero di partita iva dell’azienda un indirizzo telematico il Sistema di Interscambio consegnerà tutte le fatture destinate a questo operatore all’indirizzo registrato. L’indirizzo telematico quale può essere?

  • un indirizzo Pec, scegliendo di compilare il campo Codice Destinatario con 0000000
  • un Codice Destinatario, un codice alfanumero di sette caratteri che identifica il canale su cui far transitare la fattura elettronica. Il canale prevede la sottoscrizione da parte dell’impresa e del professionista di un accordo di servizio tramite firma digitale che permette l’attribuzione del Codice Destinatario.
  • codice numerico con sette zeri sia per il codice destinatario che per la pec. In questo caso la fattura elettronica sarà recuperabile nell’area riservata del portale dell’Agenzia delle Entrate Fatture e Corrispettivi.

Indipendentemente quindi dai campi compilati in sede di emissione della fattura, questa verrà recapitata secondo la modalità scelta in sede di registrazione dal committente. Dettagli sulla generazione, trasmissione, conservazione di fatture elettroniche direttamente nel portale dell’Agenzia delle Entrate.

Aggiornare l’anagrafica clienti

Nel Business Center, nel Coworking o nella tua impresa in generale puoi cogliere l’occasione della fattura elettronica per aggiornare l’anagrafica dei tuoi clienti, richiedendo se non lo hai già la Pec ed il nuovo Codice Destinatario Sdi. Per farlo, ti mettiamo a disposizione un modello in formato pdf che puoi scaricare (cliccando sull’immagine seguente), personalizzare su tua carta intestata ed inviare via posta o email ai tuoi clienti.

Modulo Raccolta Dati per Fatturazione Elettronica

Clicca sull’immagine per scaricare in formato pdf il modulo per la raccolta dati per la Fatturazione Elettronica